RESPECT FOR THE WORLD

La coppa di vino è piena
bum bum
dall’est all’ovest
plastica ed eternit
diffusi tra cielo terra e mare
Nessuna grande isola
All’orizzonte un sole d’oro
Un pesce spada a prua
col suo lungo e fiero gladio
ed io nell’immenso grande blu
mi inchino…
chiedo scusa…
Senza te non ci saremo più

Il Costa….8 agosto-2020

Biancaneve

BIANCANEVE
Fonti e spicci sulla strada ghiaiata
Polvere Bianca
oddio…!!!
per pochi spicci
non si muove nessuno
nemmeno Biancaneve
col suo pisello è il carro armato
Oddio che frenesia
tra le gambe
sento il nervoso tra le gambe
Datemi un uomo
lo faccio
diventare carne da brodo
Ho bisogno di te
vecchia baldracca
Rincorrevi la luna da giovane
adesso i frutti del peccato Piccola peste
tu sì che volevi fare
il colpo di stato
ti hanno bloccato
ma non mai hai rinunciato
a fare il colpo di stato
Con tutti quei piselli
che hai mangiato
adesso hai in mano
lo Stato…
Politici e inservienti
vanno tutti a puttane
Non può uscire la notizia
il Ministro è sposato con figli
il Vescovo ha giurato fedeltà
ed ecco che tutto tace..
Italia puttana?…no mai..
Biancaneve non è una favola
Onorevole Cicciolina
Onorevole Minetti…

Il Costa…31- luglio-2020

Ridete dei vostri 20 anni

Figlie mie..
Ridete dei vostri 20 anni
del sorriso che arriva all’improvviso
delle idee pazze che
inebriano la mente
degli amori mai detti
che vi rendono felici
Come chiave del mondo
ridete dei vostri 20 anni
aggrappatevi ai sogni
come un cane all’osso
non ascoltate altro
che voi stesse
Abbracciate nei vostri
20 anni più alberi che potete
fra le mani il sapore
della menta e del rosmarino
Guardate nel cielo le stelle
amate il mare e le montagne
Ridete dei vostri 20 anni
con la testa alta
e gli occhi che guardano
sempre avanti..
circondatevi di gente
che sa ridere
vivete i giorni appieno
Ridete davanti ad un sole
ad una primavera
annusate un fiore
tra le mani sabbia come clessidra
del tempo infinito
Ridete dei vostri 20 anni..

Il Costa… 29 luglio 2020

Semplicemente unica

A quanto pare
tu ci sei già fare
sei precoce nel capire
come veloce nel dormire
dopotutto sei una donna
e che donna
Sei semplicemente fantastica anche senza fare ginnastica
sei fantastica
Appari e scompari
come l’asso di picche
nascosto nella manica dei bari
Sei semplicemente unica
quando cammini per strada
la gente ti critica..
Quella donna è diabolica
schizzofrenica e satanica
non tutti sanno
che suoni la fisarmonica
in canonica
A quanto pare
tu ci sai fare
sei precoce nel capire
come veloce nel dormire
dopotutto sei una donna
e che donna
Sei fantastica unica ironica
etnica e fotogenica
Sei una donna
che appare e scompare

Il Costa 28 luglio

Emozioni e caos tra le stagioni

Stagioni ed artisti
viaggiano e scrivono
le emozioni del cuore
che la strada regala
ogni metro per te
Picchia duro
tra le crepe del muro
Un biglietto d’amore scritto
cent’anni fa
da una Contessa spettinata
Adesso sono qui
Valigia trolley cabina
armadio tutto compresso
e tu come stai?
Oggi come ieri bene con me stessa
Tutta arruffata
sbriciolata
scopata.
Janis benvenuta al mondo
Questo strano tondo mondo
Stagioni ed artisti
viaggiano e scrivono
le emozioni del cuore
Emozioni e caos tra le stagioni..

Il Costa..24 luglio 2020

Aurora

Dolci le mie mani
Corrono leggere
sui tasti di un pianoforte
Chiudo gli occhi
La musica corre forte
Tra campi in fiore
alberi di ciliegio
che si fan le coccole
sospese nel vento
Quanto tempo e passato
dalla bambina che ero
Quando mi ritrovavo a
100 metri da casa
così lontano che mi sembrava fossi
in America
Quando bastava un girotondo
per fare cascare il mondo
Girare una bottiglia
pagare pegno per un bacio
Mentre le mie mani
corrono leggere
sui tasti di un pianoforte
Apro gli occhi
penso alla gente che vorrebbe
una macchina del tempo
e non si accorge
che l’abbiamo già
Il passato è fatto dei nostri ricordi
Il futuro è fatto dei nostri sogni
da raggiungere
da regalare emozioni al cuore e agli occhi
di un sogno futuro,di arance rosse
rosso fuoco fiamma accesa
Nel cielo sfumature,
tinte di un’azzurro
manto d’acqua
Arriva maggio il frutto matura
La pianura è una
vasta fioritura
di mani incallite
che donan fiori ribelli
all’aurora…

Il Costa

Venezuela

La vita corre su fili elettrici
che l’uomo ha costruito
senza pensare
che siamo in tanti
Qui in Venezuela
la vita scorre non corre
mi adatto tranquillamente
a questa gente
non so se un uomo dell’Occidente
comprato dai mass-media
si adatterebbe al niente.
È troppo facile avere e non aprire
le proprie porte alla gente
che da molto di
più di un semplice oggetto
che quando non serve
si mette in un angolo a prendere polvere.
Noi non siamo così
basta una scrollata per pulirci
tornare a camminare tra loro
perché noi andiamo ad anima
non a corrente
il Costa…
Venezuela Luglio Agosto Settembre 1995/96

Ciao…

Ricordo le pagine del Vangelo
di quel mercoledì
così pieno di dolore
a memoria..
La morte è un dolore che
tocca tutti
Non tutti i dolori sono uguali
Quel giorno il mio dolore non era dolore…
Una parte di me è morta
con te….
Una parte di te vive in me…
Una parte di noi vivrà
sempre nel sorriso
della gente..
Noi siamo nati per vivere
regalando prima di ogni
cosa il sorriso
alle persone che camminano
verso di noi..
Allo sconosciuto prima sorridi
poi gli dici ciao

sono il Costa… 18-07-2020