Ho chiuso la porta
prendo il dolore
quello che fa male
come se ti colpisse
il sasso lanciato da
una fionda di caucciù
Quel dolore che la voce
si spezza dentro
come un passo di danza saltato
come un rigore sbagliato
Figlia il tuo dolore
devi urlarlo al mondo
con quelle parole mai uscite
sempre rimaste chiuse
nella paura di far male
Le parole vanno dette
a volte sono guerra
altre sono pace
dipende dal contesto
uno ascolta e tace
l’altro t’ingiuria e se ne va
Folle è la vita
io e te abbiamo il mondo
siamo qui
abbiamo tempo…. quel poco in una vita
Viviamolo.

Il Costa.....5-12-2022