Le api guerriere difendono
la Regina e il nido con la morte
Miele antico succo degli Dei
Fiore immerso nel prato
sapienza di tanto raccolto
Fine sublime nel palato
Confine invisibile agli occhi è il vento
ma fa così tanto baccano che lo sento
tra i rami degli alberi Santi
sembra l’ulare dei lupi
in una notte di luna piena
tra briganti e visì cupi
l’esercito è schierato coi loro Fanti
lì davanti
Al primo raggio di sole
Il Decurione fa un cenno
La notte è sparita con le sue stelle
La battaglia comincia
Salvatevi la pelle o
il dolce miele del Valhalla
vi attende..

Il Costa 29 maggio 2022