PAPÀ

Cosa lega un filo sottile
ad un sorriso docile ?
Forse un piccolo strappo
ricucito alla camicia di papà.
Anni a vedermi crescere
ad insegnarmi a camminare
a scrivere, ad andare in bicicletta,
a ragionare sulla vita e sui miei tanti perché….
Intanto il tempo è volato via..
Adesso vedo te
un uomo anziano
che aiuta ancora mamma
ad asciugare i piatti
con quelle grandi mani
che sento da sempre
sulla mia guancia …
Sento la tua voce dolce
ti ascolto di nascosto
mentre racconti una favola a mio figlio,
parla di uomini saggi
che vanno tra le stelle.
Lui ti chiede.. anche tu andrai lì ad abitare?
Tu rispondi: certo che sì,
ogni sera mi vedrai perché sarò la stella più brillante che c’è..
Grazie nonno,per la favola..ti voglio bene
Lacrime che scendono
sul mio viso..mentre scendo le scale
grazie papà di essere ancora qui….

Il Costa 30-09-2020

Pubblicato da Il Costa

Un Disadattato in viaggio ...tra nomadi zingari e gitani

2 pensieri riguardo “PAPÀ

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: