Aurora

Dolci le mie mani
Corrono leggere
sui tasti di un pianoforte
Chiudo gli occhi
La musica corre forte
Tra campi in fiore
alberi di ciliegio
che si fan le coccole
sospese nel vento
Quanto tempo e passato
dalla bambina che ero
Quando mi ritrovavo a
100 metri da casa
così lontano che mi sembrava fossi
in America
Quando bastava un girotondo
per fare cascare il mondo
Girare una bottiglia
pagare pegno per un bacio
Mentre le mie mani
corrono leggere
sui tasti di un pianoforte
Apro gli occhi
penso alla gente che vorrebbe
una macchina del tempo
e non si accorge
che l’abbiamo già
Il passato è fatto dei nostri ricordi
Il futuro è fatto dei nostri sogni
da raggiungere
da regalare emozioni al cuore e agli occhi
di un sogno futuro,di arance rosse
rosso fuoco fiamma accesa
Nel cielo sfumature,
tinte di un’azzurro
manto d’acqua
Arriva maggio il frutto matura
La pianura è una
vasta fioritura
di mani incallite
che donan fiori ribelli
all’aurora…

Il Costa

Pubblicato da Il Costa

Un Disadattato in viaggio ...tra nomadi zingari e gitani

4 pensieri riguardo “Aurora

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: