Confusione

Cancellano i morti
calpestano la plebe
Noi non siamo
più nome e cognome
soltanto numeri che segnan le ore
Fuoco alto sui muri
della libertà
Cuscini di piume scomparsi
Di plastica son pieni i porti
Siamo niente
Tanti crocifissi di legno
scomparsi negli anni
Come fanti nel cielo
colpiscono le stelle
Esplodono le bombe
uccidono il ribelle
Aerei che solcano le nuvole
bruciano i prati
Carezze mai date
di mani cresciute
Nelle foto, fantasmi
che solcano il tempi
Le bici appoggiate
al muro tra cascate di fiori
e mille colori
si nutrono d’acqua piovana
e confusione

Il Costa 31 maggio 2020

Pubblicato da Il Costa

Un Disadattato in viaggio ...tra nomadi zingari e gitani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: