CADRANNO STELLE CADENTI..

Vieni qui!
Vieni qui un po’, vicino a me?
Adesso?
Si!!!
ma sono già li
Ho una mano sulla tua gamba destra
la mia testolina appoggiata al tuo seno
Ti sto dando un abbraccio fortissimo
Non lo senti?
Ti sto sentendo…sei caldo..morbido e profumato
Anche a me piace
stringerti abbracciarti
guardare i tuoi occhi
mentre ti stringo il viso
con le mani
Ed un attimo dopo
avvicinare
le mie labbra alle tue
Stavo pensando…
A cosa pensavi?
Stavo pensando
a noi due quando
eravamo ragazzi
Senza pensieri….
Quando le nostre strade
Non erano ancora unite come adesso
Quanto sei bella!!!
Smettila sai che non è vero
Ti sbagli sai… perché
Nel mondo che vorrei…
tu saresti la Regina del Lago
dei fiori acquatici
Dov’è la notte tra
il gracidare di rane……e
il canto delle cicale…
scivolerei sull’acqua
venendoti a cercare
Per dirti che…
che sei l’essenza del mio giorno
Ti prenderei per mano
Danzando tra fior di loto
e pagliuzze d’oro
Tra le onde leggere del fiume..
mi perderei nei tuoi occhi..
felici sorridenti…
Cadranno stelle cadenti
Seppur per poco
Le tue dita calde
tra i miei lunghi capelli…
Lasciano il profumo di olio
del mandorlo
Tu che ti prendi cura di me
Tra il vento della radura
in questa notte di mezzaluna
sento il caldo vento del nord
sulle mie labbra umide
Ridono ancora
dal tuo ultimo sussurro
di parole dette….
mentre la tua mano
abbracciava il mio collo
le tue labbra
Dicevano….
Torna sempre da me….
Certo….. sarò sempre qui
Sarai qui ad abbracciarmi?
Certo che ci sarò….
Ci sarò ogni sera
Quando non ci sarò…
Sentirai il caldo del mio
abbraccio…

Un Disadattato ore 25-05-2019

Il Costa

Pubblicato da Il Costa

Un Disadattato in viaggio ...tra nomadi zingari e gitani

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: