Te…

Lo sguardo verso il cielo
Nuvole bianche appoggiati a me
Ti voglio nuda
tutta bagnata
voglio dissetarmi con la lingua
asciugare le tue gocce d’acqua
Ovunque ma mai con chiunque
Solo te
Ti voglio la mattina
Le tue gambe accavallate
mentre bevi un cappuccino
i tuoi occhi mi ribaltano come un calzino
Ti voglio
Ti prendo tra le braccia
Mentre ti preparo il pranzo
Tutti quei particolari
che l’abitudine tua non nots più
sono dentro me
come una freccia d’arco scagliata per uccidere
Ti voglio mia
Come quando da bambino
mi riferivo un dito
la prima reazione era di succhiarlo
Ti voglio maledetta succhiasangue
Solo te
La tua presenza
senza far nulla
un divano
tu distesa
la mia mano tra le tue
appoggiate al tuo petto
ascoltare il tuo battito
seguire il tuo respiro
Solo teà ct y
Ovunque ma mai con chiunque
Solo te…
Maledetta Succhiasangue

Un Disadattato 2-03-2019

Il Costa

Pubblicato da Il Costa

Un Disadattato in viaggio ...tra nomadi zingari e gitani

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: